FAQ (risposte a domande frequenti)

Devo fare qualcosa per mettere in rete Camilla?

Test.1.banner.camilla.onlineNo! Camilla è in rete, intrinsecamente, geneticamente, semplicemente. La accendi e sei in rete. La usi e sei in rete. Fai il tuo lavoro di tutti i giorni e sei in rete. Un programma automatico lavora silenziosamente per tenere allineati i dati, senza che tu debba fare nulla.

Lavoro in associazione. Possiamo accedere ai rispettivi pazienti?

Con Camilla i tuoi associati potranno consultare le schede aggiornate dei tuoi pazienti e tu le loro; potrete inserire annotazioni nei rispettivi diari e fare ricette, senza sovrapposizioni e in sicurezza; lo stesso potranno fare le vostre segretarie o i sostituti. E un facile sistema di permessi ti consentirà di proteggere le informazioni che non vuoi condividere

Lavoro in più studi. Come faccio a passare i dati da un pc all'altro?

Eri abituato a chiavette, backup o altri artifici? Butta via tutto! Se lavori in più studi, Camilla te li mette in rete automaticamente: il tuo lavoro verrà allineato in tempo reale e te lo ritroverai su ogni postazione, ovunque si trovi. E non ti costerà nulla in più rispetto al prezzo base di Camilla!

Vorrei consultare il mio archivio a distanza. Camilla me lo consente?

Certo! Camilla ti “mette in rete” con qualsiasi pc o tablet collegato ad internet, grazie a Camilla Web. Non serve nessuna app da installare: apri internet, vai alla pagina camilla.pediatria.it, inserisci la password ed entri nella tua cartella. E non devi imparare nuovi comandi: Camilla Web è identica a quella che hai in studio.

Lavorando in rete, come facciamo a capire chi ha fatto cosa?

In rete significa accesso ai dati, ma non anonimato: quello che scriverai sulle cartelle degli altri porterà la tua firma, e viceversa. E se effettuerai PPIP o visite filtro su pazienti dei colleghi associati, nel fare i report all’ASL Camilla si incaricherà di attribuirle correttamente.

Quanto costa Camilla?

Camilla costa 500 euro all’anno per medico. Tutto compreso, tranne l’Iva. Ma proprio TUTTO!

Ci sono costi aggiuntivi per più postazioni? Per il personale di studio? Per il SISS? Per il modulo fatture? Per le statistiche?

No! Il prezzo di Camilla è tutto compreso. Ogni funzionalità che viene inclusa nel programma la consideriamo una miglioria e non una occasione per farvi pagare un extra. Vogliamo che usiate tutte le funzionalità di Camilla e farvele pagare a parte non sarebbe un buon inizio.

Quanto dura il contratto?

Il contratto dura quanto volete voi. Ognuno sceglie per quanti anni firmare e dunque per quanti anni avere la garanzia di un prezzo bloccato nonostante i continui aggiornamenti.

Di che cosa si tratta?

Le ATS di Milano (nelle quali confluiscono le ex ASL di Milano città, MIlano 1 e Milano 2) e di Lodi da gennaio 2017 adottano il sistema dei flussi per la rendicontazione mensile dell’attività.

In sostanza, Camilla genera un file di rendicontazione che poi il Pediatra invia all’ATS. L’invio viene effettuato tramite SISS o tramite portale Agor@sl (chiedere istruzioni al proprio distretto sulla procedura da adottare per l’inoltro).

Cosa viene inviato?

Nel file di report sono contenuti i bilanci di salute, le PPIP, le attivazioni/riattivazioni APA e le visite di controllo per APA.

Come si genera il file in Camilla?

  • vai alla pagina Adempimenti
  • localizza il box Report nella colonna dx
  • clicca su “Flussi informativi”
  • ti chiede conferma del medico e del periodo da rendicontare
  • clicca su “genera”
  • si apre una finestra con l’avviso di file generato
  • ci clicchi sopra per scaricarlo
  • compare sulla barra in basso
  • NON lo apri, bensì clicchi sulla freccina accanto al suo nome e selezioni “mostra nella cartella” (“show in folder”)
  • si apre una finestra di windows dove lo vedi come file già selezionato
  • lo copi e lo incolli sul desktop

Il file così generato si invia alla ATS via SISS  o via Agor@sl: chiedere info al distretto.

Camilla ti semplifica il lavoro... Semplice!